CARLO ZANZI

Carlo Zanzi, nato a Varese il 15 giugno 1956, docente in pensione e giornalista pubblicista dal 1993, pubblica libri da una trentina d’anni. Come giornalista ha collaborato con il settimanale ‘Luce’, il quotidiano ‘La Prealpina’ e altre testate. Dal 2007 la sua passione per il giornalismo la canalizza principalmente nel suo blog ‘Pensieri & Parole’ (http://terzopensierieparole.blogspot.it). E’ stato membro della giuria del Premio Chiara per dieci anni (Giuria Premio Chiara per raccolte di racconti editi) e per cinque anni (Giuria Premio Chiara per raccolte di racconti inediti).

Per ciò che riguarda i volumi pubblicati, si va dalla narrativa alla poesia alla saggistica, ma negli ultimi anni il suo interesse si è andato focalizzando sulla narrativa, sia romanzi che raccolte di racconti.

La sua mail è: carlo.zanzi@teletu.it

I SUOI ROMANZI

SASSOLUNGO  (Robin edizioni)

Romanzo di formazione, Sassolungo è la storia di Luigi Frigerio, che si snoda fra il 1910, data della sua nascita, e il 1987, momento importante della sua vita. Non inganni il titolo: non si tratta di un romanzo ambientato prevalentemente in montagna, anche se le Dolomiti sono presenti, con il loro fascino. La vicenda narrata, che scorre nel gioco di realtà e fantasia, storia ed invenzione, è ambientata soprattutto a Varese, descritta nella sua evoluzione da prima della Grande Guerra agli anni Ottanta. La grande storia è però solo accennata, di sottofondo. Carlo Zanzi ha scritto un romanzo familiare, dove emerge il rapporto fra i nonni e i nipoti, fra Battista (padre di Luigi) e il nipote Bruno, e fra Luigi e il nipote Marco. Storie d’amore, di tradimenti, la passione per la montagna, i patimenti della guerra, gioie e dolori, abbracci e incomprensioni… Nella prima parte è frequente nei dialoghi l’uso del dialetto varesino.

NUDO DI UOMO (Macchione ed.)

Cosa vuole Massimo, così all’improvviso, dopo anni di silenzio e distanza? Cosa significa la sua telefonata nella vita di Danilo? Con queste domande si apre il racconto in prima e terza persona di una, due e poi, a cascata, tre, quattro, cinque vite e ancora altre, intrecciate dal filo della quotidianità che fa rimbalzare gli uni addosso agli altri senza una logica apparente né un disegno leggibile, se non forse il beffardo divertimento di un Dio che mette sempre la persona sbagliata là dove non vorrebbe stare. Distopia della mediocrità nelle figure di Danilo e Rosa, che inanellano piccole sfighe e futili errori in una sequenza apparentemente infinita, sfiorando senza mai raggiungere la tragedia, catartica e risolutiva.

CHI SI FERMA E’ PERDUTO  (Edizioni Lativa)

‘Chi si ferma è perduto’ è un libro diviso in due parti. La prima è dedicata principalmente agli oltre 3000 alunni che Zanzi, docente di educazione fisica, ha incontrato nelle scuole dove ha insegnato per 43 anni, 34 dei quali alla scuola media Vidoletti di Masnago. La seconda parte, invece, è dedicata a tutti gli sportivi, principalmente a coloro che fanno movimento per la salute, a qualsiasi età, soprattutto all’aria aperta, sfruttando la nostra terra prealpina, un privilegio per i varesini. Carlo Zanzi, classe 1956, è sportivo da sempre, dedica un’ora al giorno all’attività motoria, soprattutto bicicletta, corsa, sci nordico e skiroll.

MARCO MOCK ZANZI THE BANJOMAN (Macchione ed)

A un anno dalla morte, il 6 agosto 2015, è ancora vivo il ricordo di Marco Zanzi detto Mock, talentuoso suonatore di banjo, polistrumentista, cantautore, cofondatore della PiedmontBrothers Band insieme a Ronald Martin. Il fratello Carlo ha scritto un libro su di lui, sulla sua avventura musicale e su quella spirituale, descritta soprattutto a partire dal Cammino a Santiago di Compostela, intrapreso da Marco nel 2004. Molte pagine sono dedicate alla storia del Progetto musicale Piedmont, nato dopo l’incontro con Ron Martin, cantautore del North Carolina amante, come Mock, della musica Americana (country, bluegrass, folk…). Ma il libro è anche il diario degli ultimi due anni di vita di Mock, segnati da un male incurabile, affrontato con il coraggio dato dalla fede in Dio e dall’amore per la vita. La seconda parte del volume raccoglie alcune testimonianza di chi ha conosciuto Marco e lo ha apprezzato.

Il giorno che tremò la notte

Dopo trent’anni di scrittura credo di non avere più dubbi: prediligo il racconto al romanzo. Il mio è stato un percorso di potatura, un bisogno di sintesi, la necessità di arrivare subito al ‘dunque’, un avvicinarsi della narrativa alla poesia. Non a caso inizio questa mia nuova raccolta di racconti con due poesie.
Ho ordinato i racconti di questi ultimi anni in ordine di lunghezza: una pagina, due pagine, qualche pagina, per finire con il racconto lungo che dà il titolo alla raccolta e con un racconto breve che non avrei mai voluto scrivere.
I racconti più brevi amo definirli schizzi: come un pittore, qualche segno di matita, qualche tratto al carboncino.
Molti racconti hanno come protagonista (diretta, indiretta, celata, esplicita) la morte. Non è una novità, non lo è per me da trent’anni, non lo è nella millenaria storia della narrativa. La morte è vita, è stimolo creativo, è paura che invoglia alla memoria. Non c’è slancio vitale più efficace quanto il timore di essere dimenticati.

VALZER PAR VARES  (Macchione ed.) 

Riunisce quasi tutte le poesie scritte in vent’anni, a partire da Rusàri d’un vècc, con la quale ha vinto il Poeta Bosino nel 1994, e i racconti scritti negli ultimi anni. Racconti scritti di getto, in un’ora, e poi rielaborati con calma.
Emergono dalle letture l’amore, l’affezione a Varese, sua città natale, la presenza costante della famiglia e della natura.

AGENDA VARESE 2010 

CICALE AL CARBONIO

Ambientato anche nelle nostre zone, perché l’immaginario Giro d’Italia prevede la doppia ascesa del Cuvignone e la salita finale al Campo dei Fiori, piatto forte della penultima tappa, prima dell’arrivo classico a Milano.
Il racconto è la storia di un Giro d’Italia, della grande fatica di Marco, ciclista professionista che parte da favorito nella Corsa Rosa di un anno non precisato. C’è poi Beatrice, moglie di Marco, che segue il Giro in casa di amici. Marco e il suo amore-odio per la bicicletta, Beatrice e la provocazione di una nuova passione amorosa. La fatica dello sport della bici diventa la fatica di vivere, per entrambi. E nuove scelte apriranno orizzonti inattesi. Il racconto accompagna il lettore lungo i tornanti di leggendarie salite dolomitiche e prealpine, ma anche in una bella villa di Cugliate Fabiasco o sulla via Sacra della Madonna del Monte, per concludersi sul lago di Garda, terra d’origine dei protagonisti.

L’autore, pur amando da sempre la bicicletta, non regala nessuno sconto agiografico allo sport del ciclismo professionistico, né cede a giudizi moralistici sui comportamenti.

Lam Pak Tung. Padre Adelio Lambertoni missionario ad Hong Kong; con Gianni Spartà

PROFILI-VARESE IN PENSIERI; PAROLE; IMMAGINI E OMISSIONI  (Editoriale Eureka) foto di Carlo Meazza

AGENDA VARESE 2008   (Editoriale Eureka) Foto di Domenico Ghiotto e Angelo Puricelli

VICOLO CANONICHETTA  (Macchione ed.)  romanzo Foto di Carlo Meazza

AGENDA VARESE 2007  (Editoriale Eureka) Foto di Domenico Ghiotto e Angelo Puricelli

AGENDA VARESE 2006  (Editoriale Eureka) Foto di Domenico Ghiotto e Angelo Puricelli

UNA CITTA’ IN CORNICE (Macchione ed.) Foto di Carlo Meazza

AGENDA VARESE 2005    (Macchione ed.) Foto di Domenico Ghiotto e Angelo Puricelli

PANATHLON CLUB VARESE-50 ANNI   (Macchione ed.)

VARESE 2003 – CRONACA PER IMMAGINI E PAROLE (Macchione ed.) foto di Domenico Ghiotto e Angelo Puricelli

L’ASILO INFANTILE PERI-PIATTI DI VELATE

BRUNO RAVASI – OMAGGIO A UN ARCHITETTO

LE RESIDENZE PER ANZIANI   (Macchione ed.)

Varese. Il bianco e il nero

1950-2000: DUE GIUBILEI, UN SOLO SIGNORE

LA SFIDA ELETTRONICA   (Sei editore)  romanzo per ragazzi

VARESE-PAROLE E IMMAGINI DI UN LUOGO AMATO (Macchione ed.)   con foto di Carlo Meazza

FAX D’AMORE (Macchione ed.)   raccolta di racconti

CARA CASTRONNO   (Macchione ed.)

I CINQUANT’ANNI DELL’ASEA  (Macchione ed.)

LUZINE (Ed. Nicolini)   romanzo

EDELWEISS, LA STELLALPINA DI VELATE (Macchione ed.)

CROCEROSSINE A VARESE  (Macchione ed.)

MARONI L’ARCIERE (Ed. Lativa)

L’ULTIMO NEMICO  (Ed. Lativa)  raccolta di racconti

SAN VITTORE A GORNATE OLONA

UNA PRESENZA MAI VENUTA MENO   (Nicolini Ed.)

LA COMUNE DI BARBARA  (Ed. Del Leone)   romanzo

UN ANNO  (Gabrieli Editore)   raccolta di poesie

PAPA’ A TEMPO PIENO   (Ed. Paoline)