GIOVANNI MAGISTRELLI

Biografia dal sito di Giovanni Magistrelli

Giovanni Magistrelli, nato a Busto Arsizio (VA) il 9.4.1964, ha iniziato a scrivere fin da ragazzo, sperimentando e affinando le sue capacità su vari generi letterari, dalla fantascienza al thriller, dall’horror al racconto introspettivo.

Dopo aver pubblicato nel 2014 la raccolta di racconti “Gli occhi di Bryan” (Youcanprint), nel 2015 ha partecipato con il racconto “Milano è cambiata” al libro “Milano in cento parole” (Giulio Perrone Editore).

Nello stesso anno è uscito il suo secondo libro, il romanzo “Il tempo degli dei” (Caosfera Edizioni).

Nel 2017 ha contribuito alla raccolta“Ophelia’s Love Writers” (Libri Asino Rosso) con il racconto “Il matrimonio diPatricia”, mentre a giugno è stato pubblicato “I volti dell’Apocalisse”per Editrice GDS.

A luglio 2017 è uscito anche il suo primo romanzo in inglese “The time of the gods” per Amazon Kindle Publishing.

Ha partecipato al concorso letterario LuceNera con il racconto “Il castello sul lago” che verrà pubblicato a marzo 2018 in un’antologia per Edizioni Sensoinverso.

 

I SUOI ROMANZI

2019

L’UNIONE NEL MIRINO

In un futuro prossimo, le nazioni europee sono scomparse, inglobate nell’Unione, una tecnocrazia divisa in quattro province e con il potere centrale a Bruxelles. Il continente europeo è diventato per i suoi cittadini un paradiso utopistico, dove tutti convivono in pace e in libertà, almeno in superficie. Nel frattempo, un movimento clandestino sta tramando per rovesciare il governo o, almeno, rivelare la dittatura che si nasconde dietro la finta democrazia.

Sconcertato: Guida alla sopravvivenza fronte palco

Cosa saresti pronto a fare per vedere il concerto del tuo cantante o gruppo preferito?Guideresti nella notte indossando solo un paio di mutande?Rischieresti lo svenimento per disidratazione?Attraverseresti un oceano due volte in due giorni?Metteresti a rischio il tuo udito per sempre?Indosseresti un pannolone per anziani incontinenti?Se pensi che solo dei dementi potrebbero mettersi in situazioni simili e compiere azioni così assurde, non ti rimane che scorrere le pagine di questo libro e fare la conoscenza di chi queste imprese da fuori di testa le ha fatte veramente.Alla fine, oltre a restarne SCONCERTATO, imparerai qualche trucco per compiere queste pazzie con la certezza (o quasi) di sopravvivere per poterle raccontare.

2018

IL TEMPO DEGLI DEI

La Seconda Guerra Mondiale si è appena conclusa e l’umanità si prepara ad un nuovo inizio. Ad Ásgarðr gli dei sono riuniti dal sovrano del Regno Eterno, Óðinn, per giudicare coloro i quali hanno agito dietro le quinte del conflitto, su Miðgarðr. Colpevoli di aver fomentato la guerra e di aver guidato gli uomini alla creazione dell’ordigno che un giorno potrebbe causare la fine del mondo, l’arma nucleare, Loki, Baldr, Týr e Thòrr vengono condannati all’esilio. A Roma, nelle fondamenta sotto la Basilica di San Pietro, il reverendo Giulio Viola, sensitivo, avverte l’arrivo dei quattro e coglie le tremende implicazioni della cosa…

Gli occhi di Bryan

 Questa raccolta di racconti thrilling parla dell’inquietudine che attraversa la nostra esistenza. I vari personaggi del libro devono in continuazione affrontare questo sentimento e fare i conti con esso. E vivono la differenza tra uccidere e morire, tra amare e odiare, tra vincere e perdere, cercando la pace nel proprio animo. Ma niente è gratuito e per tutti loro ci sarà un prezzo da pagare. L’inquietudine non farà prigionieri. Ogni tanto un sorriso apparirà sui loro visi, ma sono brevi raggi di sole in un libro dove niente è veramente come sembra. Nulla è più infido di un raggio di sole, che vi può scaldare un momento e bruciarvi quello dopo. In tutte queste storie il lettore non potrà fare a meno di trovare qualcosa di sé. Qualcosa di bello. Qualcosa di brutto. Qualcosa di buono. Qualcosa di cattivo. Il tutto permeato da questa inquietudine umana, il carburante della vita, ma anche la sua maledizione. E alla fine del libro, che vi sia piaciuto o meno, vi troverete a pensare, con disagio, a quello che dice Danny Ford in “La caccia”: “Certe storie non dovrebbero mai iniziare. Perché poi non hanno una fine. Mai”. Buona lettura.
La Seconda Guerra Mondiale si è appena conclusa e l’umanità si prepara ad un nuovo inizio. Ad Ásgarðr gli dei sono riuniti dal sovrano del Regno Eterno, Óðinn, per giudicare coloro i quali hanno agito dietro le quinte del conflitto, su Miðgarðr. Colpevoli di aver fomentato la guerra e di aver guidato gli uomini alla creazione dell’ordigno che un giorno potrebbe causare la fine del mondo, l’arma nucleare, Loki, Baldr, Týr e Thòrr vengono condannati all’esilio. A Roma, nelle fondamenta sotto la Basilica di San Pietro, il reverendo Giulio Viola, sensitivo, avverte l’arrivo dei quattro e coglie le tremende implicazioni della cosa…