SIMONE MERLOTTI

 

Simone Merlotti nasce il 13 giugno del 1977 A Busto Arsizio (Va) dove ancor’oggi risiede.

Possiede diplomi in elettrotecnica e diversi attestati di illuminazione applicata.

Si iscrive al provveditorato di Varese come assistente di laboratorio, assistente alla cattedra di elettronica, fisica ed elettrotecnica presso la circoscrizione lombarda.

Attualmente è impiegato come light designer presso una ditta leader, nel settore del materiale elettrotecnico.

Collabora da diversi anni con il Pro Patria Clubs, scrivendo per il giornale “Il Tigrottino”, del quale disegna il logo del 50° anniversario.

Per la squadra di calcio della Pro Patria, nell’anno 2019, disegna il logo dei 100 anni.

È inserito dal 2018 nella lista ROI Italia come osservatore calcistico.

Contribuisce con il comune di Baceno alla realizzazione di un libro monografico, sulla storia della famosa Funivia Goglio-Devero, oggi monumento partigiano.

Collabora con il cantautore milanese Dario Gay in due CD, “La grande sete” ed “Ognuno ha tanta storia”. Con lo stesso artista realizza i filmati e le colonne sonore di tutte le presentazioni dei suo libri.

Sin da piccolo viene affascinato dall’Alpe Devero, dall’Ossola e dal Lago Maggiore.

Decide allora di ambientare i suoi libri proprio in questa splendida parte d’Italia.

Il suo secondo romanzo d’amore “ La corriera per Baceno” diviene un piccolo “fenomeno” letterario, in quanto  ristampato in varie edizioni e venduto in gran parte del nord Italia con molto successo.

“Il ritorno di Lara” avrà anch’esso un buon riscontro da parte del pubblico con due ristampe.

L’autore con i suoi tre testi, partecipa alla Kermesse letteraria “ La fabbrica di Carta di Villadossola”.

Oggi è attualmente alle prese con l’uscita di un nuovo romanzo d’amore ambientato a Stresa.

Due altre opere narrative sono in fase avanzata:

Un giallo anni 70 sempre inserito nel contesto del comune di Baceno.

Un romanzo d’amore ma in chiave “calcistica” ambientato tra Milano, la Brianza e l’alta Ossola.

Le opere dell’autore:

Il dolce suono del tramonto

Un libro romantico che narra le vicissitudini di un pianista (inventato), che nonostante alcuni periodi particolarmente duri troverà la notorietà e la fama agognata.

Nonostante ciò, il cantante perderà nel suo cammino qualcosa di importante.

Diventare famoso a volte ha un costo e il protagonista lo pagherà caro.

Ambientato a Stresa, il libro è stato recensito e letto da critici letterari della zona che lo hanno reputato interessante e particolare nel suo genere.

Un pianista inesistente, che però ha una sua discografia e che compare su articoli di giornali, una cosa particolare che incuriosirà i lettori.

Curioso anche il fatto che per questo volume una nota firma musicale italiana ha fornito una colonna sonora, che verrà ascoltata dai lettori

durante la futura presentazione del libro. (data non ancora fissata)

Nelle vetrine di Boragno si vedranno oltre che al libro, dischi, manifesti, biglietti di concerti e altro legato al pianista.

Tutto falso ma talmente perfetto che si crederà che Francesco Maria Dogliotti sia esistito davvero.

 

Il ritorno di Lara

Negli anni ‘50, dopo la seconda guerra mondiale, nel piccolo paese di Baceno i turisti tornano per la villeggiatura estiva.

Dopo gli anni duri del conflitto bellico la gente ha voglia di riscoprire i monti dell’Ossola e i turisti arrivano dalle zone limitrofe e dalle grandi città per vedere la bellissima valle Antigorio.

Il mezzo più usato per raggiungere l’alta Ossola è una corriera che collega i vari paesini di montagna alle valli sottostanti.

Lara, una dolce e bellissima ragazza di Milano, giunge a Baceno per le vacanze e, scendendo proprio dalla corriera, incontra l’amore della sua vita, Andrea.

Il giovane Andrea è un Bacenese di diciassette anni che non ha mai provato sentimenti e attrazione per alcuna ragazza; Lara lo farà innamorare profondamente.

Andrea farà conoscere alla ragazza posti bellissimi, lei rimarrà impressionata dalla natura circostante e, soprattutto, dalla dolcezza del suo accompagnatore.

Vivranno momenti idilliaci fino a quando Lara partirà per raggiungere la sua famiglia che si era trasferita in Sicilia per problemi di lavoro.

La ragazza dovrà traslocare molto lontano dalla sua Milano, non potendo così rivedere mai più il suo amatissimo Andrea.

Andrea continuerà a sognare il suo amore per tantissimi anni fino a che…

La corriera per Baceno

Può un amore nato in età adolescenziale durare tutta la vita? Negli anni 50, un ragazzo di Baceno di nome Andrea viveva una tranquilla esistenza senza pensare ancora alle ragazze. Una bellissima fanciulla, di nome Lara, venne da Milano, a trascorrere un’estate nel piccolo paese Ossolano. Da quel giorno, la vita di Andrea e Lara cambiarono totalmente.

In questo libro sono riportate le storie di  alcuni personaggi realmente esistiti, come ad esempio una famosa strega condannata al rogo dalla S. Inquisizione, e Don Amedeo Ruscetta, prelato di Croveo, noto per essere uno degli esperti “Viperai” delle nostre alpi.

Un viaggio tra le nuvole

Nel 1938 il comune di Baceno cercava un rapido mezzo per collegare la piccola frazione di Goglio all’impervio alpeggio Devero, dove erano già in corso alcuni interventi: la costruzione della centrale idrica in fondo alla piana e il rinforzamento degli argini del fiume.

Il comune di Baceno, allora sottoposto al controllo provinciale di Novara (oggi a quello di Verbania), contattò il dottor Giuseppe Rosnati, presidente dell’omonima società milanese di costruzione di impianti di risalita, chiedendogli di fare un sopralluogo e di valutare la possibilità di realizzare una funicolare veloce e affidabile.

Questo libro raccoglie tutte le vicissitudini di questa storica funivia oggi inserita in un museo alla memoria Partigiana.